Ad ogni coltello il suo utilizzo

by Admin in Approfondimenti agosto 01, 2019
Ad ogni coltello il suo utilizzo

Tagliare ogni tipo di cibo con un solo coltello è l’errore più grande che si possa commettere.
Ogni cibo è diverso da un altro: diverse consistenze, diverse grandezze, ma soprattutto diversa resistenza alla pressione della lama.

La prima grande differenza tra coltelli è la tipologia di lama: lama liscia o lama seghettata? Ah, che dubbio!
La lama seghettata è perfetta per tutti quei cibi che rischiano di venire “schiacciati”. Coltello seghettato per eccellenza è il coltello da pane, ma se vi dicessimo che anche il pomodoro ha bisogno di un coltello speciale con lama seghettata? Ci credereste? Provare per credere: tagliare un pomodoro con un coltello con la lama seghettata, ovviamente di buona qualità, vi farà ottenere fette perfette ed eleganti da mettere in tavola con ospiti.
La lama liscia invece è perfetta per coltelli da tavola e per quegli enormi coltelli che si usano in cucina per le lavorazioni di carni, verdure e pesci.

La seconda grande differenza sta nelle forme e nelle dimensioni.
Sicuramente sarete d’accordo con noi nel dire che per tagliare un pezzo di carne da cuocere serve un coltello piuttosto grande, mentre per le verdure si utilizzano anche coltelli molto piccini. Ma ne conoscete i nomi e i reali utilizzi?
C’è il trinciante, o coltello da cuoco, che è il coltello fondamentale in una cucina.
C’è il santoku, coltello con una forma orientaleggiante usato prevalentemente per pesce e verdure.
Vi sono gli spelucchini, dritti e curvi, che una volta imparato quale sia la loro funzione con le verdure non potrete più farne a meno.
Infine vi sono coltelli più specifici per pesce, cibi cotti e salumi.
Ogni forma e dimensione ha una finalità: il mondo dei coltelli è un mondo vasto e anche un po’ magico!

Nelle prossime settimane vi faremo fare un tour in questo mondo per scoprire cosa tagliare e con quale coltello.